Skip to main
content/it-it/images/repository/isc/43-cookies.jpg

I cookie sono file contenenti una piccola quantità di dati, come un nome utente e una password, che vengono scambiati tra il computer di un utente e un server web per identificare gli utenti e migliorare la loro esperienza di navigazione.

Ad esempio, i cookie consentono ai siti web di riconoscere gli utenti e ricordare le loro singole informazioni di accesso e preferenze, come notizie di sport e politica.

Nei siti di shopping si usano i cookie per tenere traccia degli articoli che gli utenti hanno visualizzato in precedenza, in modo da poter suggerire altri prodotti che potrebbero piacere e per mantenere gli articoli nei carrelli virtuali durante lo shopping.

I cookie vengono creati quando gli utenti visitano un nuovo sito web e il server web invia un breve flusso di informazioni al browser. Il cookie vengono inviati solo quando il server accetta che il browser li salvi. In questo caso, il browser ricorderà la stringa nome=valore e la invierà nuovamente al server a ogni richiesta successiva.

Se un utente ritorna sul sito in futuro, il browser restituisce i dati al server web sotto forma di cookie.

Il nome "cookie" deriva dal termine "magic cookies" coniato dal programmatore di browser web Lou MOntulli e si riferisce a pacchetti di dati che vengono inviati e ricevuti senza modifiche. L'analogia con il biscotto è casuale, anche se appropriata.

Esistono cookie per tutti i gusti

Con poche varianti, esistono due tipi di cookie: di sessione e persistenti. I cookie di sessione sono utilizzati solo durante la navigazione in un sito web. Rimangono nella RAM e non vengono mai scritti sul disco rigido.

Quando la sessione termina, i cookie di sessione sono eliminati automaticamente. Questi cookie contribuiscono anche al funzionamento del pulsante "indietro" o dei plug-in di gestione dell'anonimato di terze parti. Questi plugin sono progettati per far funzionare determinati browser e contribuiscono a tutelare la privacy dell'utente.

I cookie permanenti rimangono sul computer per un tempo indefinito, sebbene molti includano una data di scadenza e siano rimossi automaticamente quando tale data viene raggiunta.

I cookie persistenti vengono utilizzati per due scopi principali:

  • Autenticazione: questi cookie monitorano se un utente è connesso e sotto quale nome. Semplificano inoltre le informazioni di accesso, in modo che gli utenti non debbano ricordare le password dei siti.
  • Monitoraggio: questi cookie monitorano più visite allo stesso sito nel tempo. Ad esempio, in alcuni store online si usano i cookie per tenere traccia delle visite di particolari utenti, incluse le pagine e i prodotti visualizzati. Grazie alle informazioni acquisite, i siti possono suggerire altri articoli che potrebbero interessare i visitatori. A poco a poco, viene costruito un profilo sulla base della cronologia di navigazione dell'utente sul sito.

Attenzione ai cookie di terze parti

I cookie di terze parti sono più preoccupanti. Sono generati da siti web diversi dalle pagine web che gli utenti stanno visitando, di solito perché sono collegati agli annunci pubblicitari su quelle pagine.

Se un utente visita un sito con 10 annunci, possono essere generati 10 cookie, anche se non clicca mai su questi annunci.

Con i cookie di terze parti gli inserzionisti e le società di analisi possono tenere traccia della cronologia di navigazione sul web di una persona in tutti i siti che contengono i loro annunci. Di conseguenza, l'inserzionista può determinare che un utente prima ha cercato abbigliamento per la corsa in un determinato store di articoli outdoor, poi ha controllato un determinato sito di abbigliamento sportivo e dopo ancora ha visitato una determinata boutique online di abbigliamento sportivo.

Alcuni cookie di terze parti possono essere zombie.I cookie zombie vengono installati in modo permanente sui computer degli utenti, anche quando essi scelgono di non installare i cookie. Inoltre ricompaiono anche dopo che sono stati eliminati. I primi cookie zombie comparsi erano stati creati da dati memorizzati nello storage bin di Adobe Flash. A volte sono chiamati cookie flash e sono estremamente difficili da rimuovere.

Come altri cookie di terze parti, i cookie zombie possono essere utilizzati dagli analisti web per tracciare la cronologia di navigazione delle persone. Nei siti web è possibile utilizzare gli zombie anche per bandire utenti specifici.

I cookie in sé non sono nocivi

Poiché i dati in un cookie non cambiano, i cookie in sé non sono dannosi. Non sono in grado di infettare i computer con virus o altro malware, sebbene alcuni attacchi informatici possano agire sui cookie e quindi sulle sessioni di navigazione. Il pericolo risiede nella loro capacità di tenere traccia della cronologia di navigazione delle persone. Questo tipo di comportamento da "Grande Fratello" può rappresentare un problema per la sicurezza.

Consentire o rimuovere i cookie

Per semplificare la navigazione, gli utenti possono trovare la sezione relativa ai cookie, tipicamente sotto Impostazioni, Privacy, e cliccare sulle caselle per consentire i cookie. A volte l'opzione è qualcosa del tipo "Consenti dati locali". Kaspersky Lab offre istruzioni passo per passo per rimuovere i cookie più diffusi dal browser web.

Rimuovere i normali cookie è facile, ma la loro rimozione potrebbe rendere più difficoltosa la navigazione in determinati siti web. Senza cookie, gli utenti potrebbero dover immettere nuovamente i dati a ogni visita. I diversi browser memorizzano i cookie in posti diversi, ma di solito le opzioni si trovano nella sezione Impostazioni, Privacy, a volte disponibile sotto Strumenti, Opzioni Internet o Avanzate. Sono disponibili opzioni per gestire o rimuovere i cookie.

Prima di rimuovere i cookie è opportuno considerare la facilità d'uso che ci si aspetta dai siti web che li usano. Nella maggior parte dei casi, i cookie migliorano l'esperienza di navigazione, ma devono essere trattati con cautela.

Articoli correlati:

Prodotti correlati:

Cosa sono i cookie?

I cookie sono file contenenti una piccola quantità di dati che vengono scambiati tra il computer di un utente e un server web per identificare gli utenti e migliorare la loro esperienza di navigazione.
Kaspersky Logo