L'online banking è straordinario, non è vero? Permette di accendere il PC, lo smartphone o il tablet e di pagare una bolletta, controllare il saldo del proprio conto o perfino spostare denaro da un posto a un altro, il tutto comodamente da casa.

Sono ormai lontani i giorni in cui bisognava attendere l'apertura della banca. E piace moltissimo. Così tanto che, nel 2013, oltre il 50% della popolazione statunitense ha scelto la comodità dell'online banking per accedere ai conti. Sfortunatamente, non siamo i soli a osservare questo incremento nei servizi bancari online.

I cybercriminali sono sempre presenti quando si tratta di possibile guadagno a discapito di altri. L'online banking offre loro un'ulteriore opportunità di entrare in contatto con i dati dei conti degli utenti o di indurre questi ultimi a fornire informazioni di sicurezza come nome utente, password e dettagli facilmente memorizzabili. La sicurezza dell'online banking inizia con la consapevolezza degli inganni utilizzati dai cybercriminali per mettere le mani sui soldi degli utenti.

Segreti commerciali di un cybercriminale

Un hacker utilizzerà due strade per accedere a un conto bancario online: phishing e furto della password.

Phishing: l'utente riceve un'e-mail finta che sembra provenire dalla sua banca. Il testo al suo interno invita la vittima a fare clic sul collegamento nell'e-mail, reindirizzandola a un sito Web fittizio simile a quello della banca. L'utente digita i propri dettagli di sicurezza, convinto di essere in un ambiente protetto, ed ecco che consegna i suoi dati a un truffatore.

Furto della password: i cybercriminali possono indurre la vittima a installare un programma sul computer in grado di registrare ciò che viene digitato. In questo modo, quando l'utente accede al conto online, il programma registra segretamente i dettagli della password e li invia al truffatore. Ecco fatto!

La vittima scoprirà successivamente che la sua carta di credito viene rifiutata e che il suo conto è stato svuotato. Ma niente paura.

Proprio come è possibile chiudere la porta di casa per ridurre la possibilità di un'intrusione, allo stesso modo è possibile adottare precauzioni per limitare il rischio di una frode bancaria online.

Reazione

Per garantire operazioni bancarie sicure su Internet basta pensare al PROPRIO DENARO:

  • Controllare regolarmente gli estratti conto bancari e della carta di credito per verificare transazioni sospette. In presenza di anomalie, segnalarle il prima possibile alla banca.
  • Immettere i dettagli del conto solo su pagine Web con il simbolo del lucchetto nel browser e in cui l'indirizzo Web è cambiato da http a https, il che indica una connessione sicura.
  • Adottare un comportamento prudente ed essere cauti. Non fare clic su pop-up o collegamenti nelle e-mail apparentemente inviate dalla banca. Digitare invece l'indirizzo del sito Web completo della banca nel browser. Controllare a fondo l'autenticità di un messaggio e contattare la banca.
  • È stata ricevuta una chiamata o un'e-mail inattesa dalla banca? Guardarla con sospetto e non comunicare mai dettagli personali nelle e-mail, salvo aver contattato direttamente la banca.
  • Utilizzare una combinazione di lettere e numeri quando si sceglie la password per evitarne la facile identificazione. Non annotare mai la password su carta.
  • Accedere al conto corrente solo da una rete wireless protetta. Se si utilizza un computer pubblico, non lasciarlo mai incustodito una volta eseguito l'accesso e disconnettersi correttamente dopo aver completato la sessione di banking.
  • Non pubblicare mai informazioni personali che potrebbero rivelare i propri dettagli bancari sui siti di social network.
  • Gli allegati di e-mail provenienti da siti Web inaffidabili rappresentano un importante segnale di allarme. Non aprirli.
  • Il computer necessita di un buon software di protezione per difendersi da programmi dannosi e cyberattacchi. Protezione immediata del PC con Kaspersky Internet Security.

Parte legale

Se si ritiene di essere vittima di una frode bancaria online, contattare immediatamente la banca segnalando questo sospetto.

Le vittime di frode godono di protezione legale, pertanto non sono ritenute responsabili di alcuna perdita salvo aver agito in modo fraudolento o senza una ragionevole cautela. Spetta inoltre alla banca comunicare i dettagli della frode alla polizia.

Contattare la banca se:

  • Si rilevano transazioni non autorizzate sull'estratto conto online.
  • Si ritiene di aver comunicato informazioni in un sito Web falso.

Si ritiene che una password sia stata acquisita tramite malware.

Altri articoli e collegamenti correlati alla protezione dei dispositivi Internet

Utilizziamo i cookie per rendere migliore la tua esperienza sul nostro sito Web. Usando e navigando su questo sito li accetterai. Sono disponibili informazioni dettagliate sull'uso dei cookie su questo sito Web facendo clic sull'apposito link.

Accetta e chiudi