Nel mondo dell'informatica, la crittografia è la conversione dei dati da un formato leggibile in un formato codificato che può essere letto o elaborato solo dopo che è stato decrittato.

La crittografia è la base della protezione dei dati ed è il modo più semplice e importante per garantire che le informazioni di un sistema informatico non possano essere rubate e lette da qualcuno che voglia utilizzarle per scopi malevoli.

Impiegata sia dai singoli utenti che dalle grandi aziende, la crittografia è ampiamente utilizzata su Internet per tutelare le informazioni utente inviate fra il browser e il server.

Tali informazioni potrebbero includere tutto, dai dati di pagamento alle informazioni personali. Aziende di tutte le dimensioni utilizzano la crittografia per proteggere i dati sensibili dei loro server e database.

La necessità della crittografia

Al di là dell'ovvio vantaggio di proteggere le informazioni private da furti e violazioni, la crittografia è anche un mezzo per dimostrare che le informazioni sono autentiche e provengono dall'origine dichiarata. Può essere utilizzata per verificare l'origine di un messaggio e confermare che non è stato alterato durante la trasmissione.

La chiave di accesso

La crittografia si basa sui concetti di algoritmo di cifratura e "chiave". Le informazioni inviate vengono cifrate mediante un algoritmo e possono essere decodificate alla destinazione solo con la chiave appropriata. La chiave può essere memorizzata nel sistema ricevente oppure trasmessa insieme ai dati criptati.

Metodi

Sono molti i metodi utilizzati per codificare e decodificare le informazioni e si evolvono di pari passo con i software e le tecniche di intercettazione e furto di informazioni. Questi metodi includono:

  • Cifratura a chiave simmetrica: noto anche come algoritmo a chiave segreta, questo è un singolare metodo di decodifica del messaggio che deve essere fornito al destinatario affinché il messaggio possa essere decodificato. La chiave utilizzata per la codifica è la stessa della decodifica, il che rende il sistema ideale per singoli utenti e sistemi chiusi. Tuttavia, è necessario inviare la chiave al destinatario, il che aumenta il rischio di violazione in caso di intercettazione da parte di un hacker. Il vantaggio è che questo metodo è molto più veloce rispetto al metodo asimmetrico.
  • Crittografia asimmetrica: questo metodo utilizza due chiavi diverse, pubblica e privata, che presentano fra loro un collegamento matematico. Le chiavi sono essenzialmente grandi numeri associati fra loro ma non identici, da qui l'aggettivo "asimmetrica". La chiave pubblica può essere condivisa con chiunque, ma la chiave privata deve rimanere segreta. Entrambe possono essere utilizzate per crittografare un messaggio e, per decrittarlo, è necessario usare la chiave opposta a quella utilizzata in origine per crittografarlo.

Articoli correlati:

Prodotti correlati:

Utilizziamo i cookie per rendere migliore la tua esperienza sul nostro sito Web. Usando e navigando su questo sito li accetterai. Sono disponibili informazioni dettagliate sull'uso dei cookie su questo sito Web facendo clic sull'apposito link.

Accetta e chiudi