content/it-it/images/repository/isc/2017-images/33-hijacking.jpg

Uno degli argomenti di cui si parla più di frequente nelle bacheche elettroniche di assistenza ai computer è il browser hijacking. Nella maggior parte dei casi, gli utenti dei computer vogliono sapere come proteggersi dalle intrusioni dannose e fuori controllo.

Il browser hijacking si verifica quando software indesiderato in un browser Internet altera l'attività del browser stesso. I browser Internet servono da "finestra" su Internet e le persone li usano per cercare informazioni, visualizzare o interagire con esse.

A volte le aziende aggiungono piccoli programmi ai browser, senza il permesso da parte degli utenti. I produttori di software di hijacking possono essere produttori di computer e software, hacker o qualsiasi combinazione dei tre.

Conseguenze e rischi

Persone e organizzazioni senza scrupoli iniettano il loro software nei browser per diversi motivi:

  • Per rubare informazioni agli utenti
  • Per spiare gli utenti
  • Per visualizzare avvisi pubblicitari persistenti
  • Per costringere il consumatore a provare il software prima di acquistarlo

Talvolta gli hacker installano malware nei browser per portare gli utenti su siti web costruiti appositamente per acquisire informazioni critiche sugli utenti stessi. I dati potrebbero includere ID utente, password, nomi, indirizzi, numeri di previdenza sociale e anche risposte a domande di sicurezza, come il cognome da nubile della madre e così via.

I cybercriminali utilizzano poi le informazioni per accedere agli account utilizzati dagli utenti su Internet. In alcuni casi, riescono a ottenere dati finanziari e a rubare denaro o l'identità all'utente.

Tuttavia, non ci vuole un maestro del crimine per installare software nel browser dell'utente. Alcune aziende di marketing fanno la stessa cosa per seguire l'attività degli utenti su Internet, al fine di vedere quali siti visitano e quanto tempo trascorrono sulle pagine web. Utilizzano poi le informazioni per indirizzare le proprie campagne pubblicitarie o le vendono ad altre aziende che le usano per creare contenuti di marketing mirati.

A volte le aziende spendono il loro budget pubblicitario in annunci a comparsa visualizzati sui dispositivi degli utenti o in messaggi che "seguono" gli utenti in Internet.

I siti web che vendono beni o servizi mettono sempre più pixel nei browser e questi pixel non sempre spariscono dopo che gli utenti hanno risposto agli annunci o alle offerte.

La forma più pericolosa di browser hijacking si verifica quando un fornitore inserisce forzatamente un nuovo software non autorizzato direttamente nel browser. L'applicazione intrusa potrebbe occupare molto spazio sulla barra degli strumenti del browser.

Lo scopo è di solito quello di ottenere che l'utente acquisti una versione completa di qualche tipo di software, faccia acquisti su un particolare sito web o esegua le ricerche con un determinato motore di ricerca.

Dannosi o meno, i file inseriti nel browser occupano spazio di archiviazione e rallentano l'elaborazione sul computer. Gli utenti devono pulire regolarmente questi file dai loro sistemi.

Come sbarazzarsi di un browser hijacker

Alcuni software antivirus avvisano gli utenti della presenza di adware e spyware, ma alcuni nuovi malware potrebbero passare inosservati o il software di protezione potrebbe non essere in grado di sradicarli. In questi casi, gli utenti devono reinstallare il browser per acquisire nuovamente il controllo dell'interfaccia.

In casi estremi, il browser è addirittura reinstallato dal programma di hijacking e gli utenti si trovano costretti a cancellare i contenuti del computer, installare un nuovo sistema operativo, la versione più recente del browser e ripristinare i file personali da un backup.

Come proteggere i sistemi dal browser hijacking

La protezione contro il browser hijacking è impegnativa. È utile pulire di frequente la directory con i cookie del browser e le cronologie. Inoltre, è fondamentale installare e mantenere un software antivirus di qualità per impedire che il malware si installi sul browser. Il software di protezione deve segnalare agli utenti i tentativi di installazione non autorizzati e chiedere all'utente come procedere. In questo modo si riduce il rischio di infezione.

Evitare inoltre di eseguire programmi freeware, che al momento dell'installazione possono installare software di cui l'utente è inconsapevole. Assicurarsi di controllare le impostazioni di download di qualsiasi software che si intende installare, per ridurre le possibilità che applicazioni indesiderate si installino nel computer.

Qualsiasi approccio gli utenti adottino per proteggersi, la migliore difesa inizia con aggiornamenti frequenti del sistema operativo e del browser e precauzioni di buon senso quando si visitano i siti web.

Articoli correlati:

Prodotti correlati:

Cos'è il browser hijacking?

Il browser hijacking è l'alterazione dell'attività del browser Internet causata da software indesiderato che induce il browser a spiare gli utenti, rubare le loro informazioni o visualizzare pubblicità persistente.
Kaspersky Logo