Le migliori app di sicurezza per Android

Proteggere i dispositivi mobili significa prendere in considerazione alcune funzionalità per proteggere la privacy, impostare restrizioni rispetto ai permessi che si concedono alle app, realizzare frequenti backup e molto altro ancora. Date un’occhiata alla nostra lista: le migliori app di sicurezza per Android.

Proteggersi non significa solo installare una protezione anti-malware. Proteggere i dispositivi mobili significate prendere in considerazione alcune funzionalità per proteggere la privacy, impostare restrizioni rispetto ai permessi che si concedono alle app più fastidiose, realizzare frequenti backup in caso di malfunzionamento del dispositivo, creare una blacklist con i numeri e i contatti da cui non vogliamo ricevere chiamate e infine abbracciare la crittografia e adottare funzionalità di gestione per i più piccoli, come il Parental Control (o controllo genitori). Android è un OS flessibile e tutte queste “sfide” possono essere vinte installando e scaricando l’app appropriata da Google Play. Sono tantissime le app a nostra disposizione: ecco perché abbiamo deciso di aiutarvi preparando una breve lista con le migliori app di sicurezza.

Android

App Lock

Protegge con password app e multimedia

Gratuita / Premium

In linea di massima quasi tutte le app per smartphone sono conepite partendo dal fatto che chi le sta usando è il legittimo proprietario. Purtroppo non è sempre così. Un amico potrebbe prendere il tuo telefono per scherzo, solo per vedere come funziona o che cosa contiene. I bambini lo potrebbero usare per giocare, mentre colleghi e parenti potrebbero ficcare il naso e spulciare tra le vostre cose solo per curiosità. In questi ultimi due casi, un codice di sicurezza o un PIN di blocco potrebbero essere sufficienti, ma quando date il dispositivo ad un amico o a un bambino, lo dovrete comunque sbloccare. In questo modo, tutti i vostri dati personali potrebbero essere esposti. App Lock risolve questo problema creando una lista di applicazioni protette. Quando si lancia una di questa app, si dovrebbe inserire un codice di sicurezza aggiuntivo. Con App Lock potrete immagazzinare foto e video personali nella galleria multimedia e proteggerle con una password, lasciando i restanti file in una cartella normale. Per gli utenti più paranoici, App Lock è in grado di “auto-nascondersi” e in quel caso le impostazione dell’app vengono attivate digitando comandi segreti.

App Ops

Revoca le autorizzazioni di un’applicazione

Gratuita

Quando si installa un’app,  il sistema Android vi indica quali permessi l’app vi richiede. Se vi rendete conto che il nuovo salvaschermo ha bisogno dell’accesso alla vostra lista di contatti o ai messaggi (ad ogni modo, è un brutto segno e vi consigliamo di non procedere con l’installazione) non avrete altra scelta che concedere quei permessi se volete installare quella cosa. Comunque sia, moltissime di app richiedono permessi “extra”. Goole ha creato un tool per revocare i permessi in modo selettivo dalle app già installate. Questa funzionalità era già disponibile per Android 4.3 ed è chiamata App Ops. Sfortunatamente, nella versione 4.2.2 è stata rimossa. App Ops semplicemente offre accesso alla schermata delle impostazioni di Google dove è possibile restringere ogni accesso alle app: la lista dei contatti, la geolocalizzazione e così via. Per versioni Android 4.4.2 e successive, sfortunatamente, le funzionalità di App Ops richiedono accesso root. Per quanto riguarda le versioni precedenti alla 4.3, App Ops non è disponibile, ma l’app LBE Privacy Guard offre un set di caratteristiche simili.

EDS

Cripta i dati dello smartphone

€ 5,36

Per coloro che devono immagazzinare documenti confidenziali sul proprio smartphone, app di blocco come App Lock o l’utilizzo di codici PIN non sono sufficienti per proteggere i dati. Per quanto riguarda le versioni di Android 3.0 o successive, con queste versioni è possibile crittografare i dati immagazzinati sullo smartphone. Questo serve per proteggere i dati, ma per fare in modo che il sistema sia efficace, è necessario introdurre una password complicata e forte ogni volta che si vuole usare il telefono. Bisogna ammettere che risulta abbastanza scomodo introdurre una password lunga e complessa 50 volte al giorno. Ma c’è un’alternativa: cifrare i dati più importanti.  App come EDS rappresentano una buona soluzione. Immagazzinare i file in questi “contenitori” li rende inaccessibili a qualsiasi persona che non sia il proprietario del telefono. EDS offre due modalità: una più semplice, attraverso la quale si possono realizzare manualmente tutte le operazioni relazionate con il contenitore. Poi c’è il modo avanzato, che richiede l’accesso root: in questo caso, se è attivo un contenitore cifrato, funziona come una memoria rimovibile. Quando si salva un file in questo contenitore, esso viene crittografato automaticamente. Un altro aspetto importante: i contenitori di EDS sono compatibili con l’app per computer TrueCrypt, affinché lo scambio di dati tra sistemi sia più facile.

Raccomandiamo quest’app soprattutto agli utenti privati; tuttavia, le aziende e gli utenti “corporate” dovrebbero installare una soluzione speciale MDM, che metta a disposizione della sicurezza dei dispositivi mobili un metodo olistico.

Funamo Parental Control

Parental control

$20 per dispositivo

Si tratta di un’app per il control parental che dovrebbe operare in maniera diversa in base all’età del bambino o del ragazzo. Nel caso degli adolescenti, immaginiamo per esempio che un ragazzo o ragazza usi costantemente il dispositivo.  I genitori potranno impostare alcune specifiche limitazioni come, per esempio, negare l’accesso a pagine porno, stabilire un tempo determinato in cui potrenno giocare con il telefono cellulare e così via. Google Play offre diverse app di questo tipo, ma molte non sono funzionali per diverse ragioni. Funamo Parental Control supera ogni aspettativa: blocca le pagine web basandosi su alcune parole chiave, stabilisce restrizioni rispetto all’acquisto di aggiornamenti o add-on dei giochi installati, offre una navigazione sicura su Google, Bing o Yahoo o limita l’uso di alcune app (in base al momento della giornata, la durata del gioco, ecc…). I genitori possono ricorrere ad alcune funzioni di controllo in remoto (localizzazione GPS, lettura dei messaggi, cronologia di navigazione, ecc.) attraverso la pagina web. La pecca principale di questa applicazione è che dispone di un filtro che possa distinguere i risultati per categoria (violenza, politica, pornografia ecc..), opzione disponibile nella versione per Windows di Kaspersky Internet Security y Kaspersky Safe Browser

Va detto però che la monitorizzazione non è molto discreta, dato che l’app mostra sempre l’icona delle notifiche nel pannello. In questo modo i genitori dovranno parlare con i loro figli e stabilire insieme a loro alcune norme di utilizzo del telefono.

Gallery Lock

Per nascondere la galleria multimedia

Gratuita/Premium

Nota: quest’applicazione e i suoi Like non sono stabili per Android 4.4 (KitKat). Si raccomanda agli utenti della versione 4.4 di realizzare un backup delle foto, nonostante le funzionalità Mostrare/Occultare funzionino correttamente.

La maggior parte delle gallerie multimedia degli smartphone contengono foto che gli utenti non vogliono che gli altri vedano. Un modo semplice per nasconderle senza cancellarle è Gallery Lock. Le immagini selezionate si cancellano dalla galleria tradizionale per essere immagazzinate in una galleria speciale protetta da una password. Gli utenti più discreti possono abilitare una funzionalità che permette loro di cancellare l’icona di Gallery Lock dal telefono cellulare. Per accedere all’app, si dovrà inserire un codice segreto.

Coloro che sono interessati a un modo per nascondere la lista dei contatti, le chiamate e i messaggi, possono trovare una speciale funzionalità all’interno di Kaspersky Internet Security for Android.

Kaspersky Internet Security for Android

Antifurto e protezione anti-virus. Protegge lo smartphone dalle frodi e dai ficcanaso.

Gratuita/Premium

Naturalmente, Kaspersky Internet Security for Android è disegnato per proteggervi dai virus e dai siti web pericolosi (siti di phishing per esempio). Tuttavia non è l’unica beneficio che quest’app può apportare. Persino la versione gratuita è dotata di un sacco di funzionalità anti-furto. È possibile rintracciare uno smartphone smarrito, bloccarlo in remoto e cancellare i dati, o localizzarlo via GPS, oppure scattare una foto alla persona che l’ha trovato(o rubato).

Inoltre si possono nascondere certi contatti dalla rubrica o alcuni messaggi di testo, rendendo più difficile il compito a coloro che vogliono avere accesso al vostro smartphone. Inoltre, esiste la possibilità di creare una blacklist grazie alla quale possiamo bloccare certe persone, evitare che ci chiamino o che ci inviino messaggi.

Parlando di malware, dobbiamo annotare che gli ultimi test indipendenti hanno dimostrato che Kaspersky Internet Security for Android ha mostrato di poter combattere al 100% le app dannose (sono state individuare più di 100.000 app dannose per Android e solo nel primo quadrimestre del 2014).

Kids Place

Zona sicura per bambini

Gratuita

Il nome dell’applicazione fa riferimento al “parental control”, tuttavia lo è solo in parte. Sarebbe meglio parlare di “zona sicura” per bambini. Quando sullo smartphone si attiva questa “zona”, il telefono permette di lanciare solo le applicazioni incluse nella whitelist; il bambino o ragazzo non può chiamare numeri di telefono, né ricevere chiamate; inoltre, ci sono restrizioni per quanto riguarda l’acquisto e l’installazione di nuove app. Questo significa che il ragazzo o bambino potrà usare il telefono solo per giocare!

LastPass

Password Manager

Gratuita / $12 all’anno

Si tratta di un programma per la gestione delle password che abilita un database cloud per computer e smartphone. Per disattivare la pubblicità e poter accedere a certe funzionalità aggiuntive è necessario comprare una licenza annuale. Con LastPass, l’utente può accedere a qualsiasi pagina web mediate una password unica e complessa, senza dover forzare troppo le proprie capacità di memoria. Se si paragona con altre app, LastPass offre in più il sistema di verifica a due passaggi, attivo non appena si lancia l’app.

My Backup

Servizi di bacup per Smartphone

Gratuita/Premium

La possibilità di realizzare backup su Android è in parte abilitata di default e se siete in grado di maneggiare le impostazioni e le funzionalità correttamente, non perderete nessun contatto o applicazione, succeda quel che succeda. Tuttavia, quando si configura un telefono nuovo, dovreste passare attraverso un processo un po’ tedioso, per esempio, disporre sullo schermo principale le icone necessarie. Inoltre, alcuni dati, tra cui il registro della chiamate e la cronologia delle conversazioni, non vengono inclusi nella copia di backup. L’app MyBackUp esegue un backup (e ripristina) tutti i componenti del sistema: lista di riproduzione musicale, nomi dei punti di accesso Wi-Fi, glossario delle correzioni automatiche della tastiera, configurazione delle app e molto altro. La copia di backup può essere conservata nelle scheda SD o sul cloud di MyBackUp. Alcune caratteristiche richiedono accesso root. Se si paragona questa app con la nota Titanium Backup, possiamo affermare che questa app offre funzionalità migliori in modalità “no-root”.

Orbot

Progetto Tor per Android

Gratuita

Grazie alle rivelazioni di Edward Snowden, durante quest’ultimo anno il progetto Tor e altri strumenti capaci di rendere la propria presenza su Internet anonima hanno guadagnato molta popolarità. La flessibilità di Android permette implementare il proxy Tor nello smartphone e questo è esattamente quello che fa Orbot. Dopo il setup iniziale, qualsiasi app installate sullo smartphone si può connettere a Internet attraverso la catena “Onion router”, rendendo difficile tracciare le comunicazioni. Tuttavia, per questo è necessario che l’app sia in grado di lavorare via server proxy. Inoltre, gli sviluppatori Orbot suggeriscono alcune app “privacy-friendly” già ottimizzate per Tor tra cui Orwen (un browser privato) e DuckDuckGo  (un motore di ricerca).

Consigli