I ragazzi e la rete

31 Mag 2013

Durante le vacanze estive i tuoi bambini non trascorreranno il loro tempo unicamente giocando nei parchi e nelle spiagge, ma navigheranno in rete e giocheranno con i video-giochi.

ragazzi e la rete

Ecco perché devi fare particolare attenzione alle loro attività online. Uno studio realizzato da Kaspersky Lab (si veda infografica) mostra con chiarezza che bambini e ragazzi si imbattono con regolarità in contenuti non appropriati alla loro età – e molto spesso li cercano apposta. Le attività variano in base al paese, per esempio, in Giappone i ragazzi non sono particolarmente attivi sui social network ma preferiscono media ‘tradizionali’. In Russia, invece, il 60% dei teenager cerca contenuti ‘non adatti alla loro eta’. Le statistiche mondiali mostrano che i contenuti inappropriati vengono diffusi con molta frequenza attraverso i social network e che i siti pornografici si posizionando al secondo posto.

Nonostante i social network più popolari, come Facebook, prestino sempre più attenzione alla protezione dei minori attraverso misure che prevengano le registrazioni non autorizzate e monitorizzino le comunicazioni, i siti e i contenuti non appropriati rimangono un grande problema per i genitori.

Uno dei pericoli principali è rappresentato dalle persone sconosciute che cercano di comunicare con i tuoi figli. Ci sono un sacco di frodatori e predatori in rete. I primi cercano generalmente di spillare soldi o informazioni private, come il numero della carta di credito dei genitori o dati bancari; mentre i secondi cercano di entrare in contatto con i tuoi ragazzi, parlare con loro di argomenti piccanti e incontrarli nella vita reale (sicuramente la peggiore delle ipotesi). Anche le chat e le comunicazioni con i compagni di classe andrebbero monitorate. Mentre il ‘bullismo tradizione’ terminava con la fine della giornata scolastica, il cyberbullismo si intensifica dopo l’orario delle lezioni.

La rete è un luogo eterogeneo in cui si possono trovare contenuti di ogni sorta, da quelli innocui a quelli più pericolosi. La sua eterogeneità rende difficile proteggere i ragazzi e rende necessario l’utilizzo di uno strumento per filtrare i contenuti. Infatti, per evitare il problema, non puoi ‘bloccare tutti i social network‘. È necessario classificare e filtrare i contenuti in base alla tipologia e alla fonte. È importante ricevere informazioni continue e devi essere informato se succede qualcosa di sospetto. Si tratta di misure importanti perché diverse ricerche mostrano che i teen-ager cercano di cancellare le loro ‘tracce online’ e nascondere le informazioni ai genitori.

Per risolvere questo problema, potresti usare una soluzione dedicata come Controllo Genitori – Parental Control, inclusa in Kaspersky Internet Security e Kaspersky PURE. Grazie a questo strumento, puoi limitare e stabilire il tempo che i tuoi ragazzi possono trascorrere in rete o semplicemente con il computer (come l’uso dei video giochi), filtrare determinati contenuti che consideri sconvenienti, prevenire comunicazioni con determinati contatti e ricevere informazioni e avvisi in casi specifici.

Tuttavia è importante tenere presente che il Controllo Genitori – Parental Control è un aiuto e non può sostituire la funzione dei genitori che devono rimanere sempre vigili. Gli esperti concordano nel fatto che la migliore cura è parlare con i propri ragazzi, insegnare loro come usare la rete, cercare di capire i loro interessi, passioni e intenti. Le misure tecniche rappresentano un’ancora di salvataggio, ma quello che conta è ciò che succede nella vita reale. Ecco dunque alcuni concetti che bisognerebbe trasmettere ai ragazzi:

  • Non rendere pubbliche e non inviare a sconosciuti informazioni private, specialmente contatti e indirizzi, ecc. Con ‘stranieri’ intendiamo qualsiasi persona che non conosci nella vita reale, indipendentemente dall’età e dal sesso;
  • Non incontrare in persona persone conosciute in rete;
  • Non pubblicare o diffondere il numero di telefono o la e-mail;
  • Non cliccare su link inviati da fonti e persone sconosciute;
  • Non ti fidare dei messaggi o delle mail pubblicitarie (regali, sconti, messaggi che promettono aumentare la tua reputazione attraverso i ‘Mi Piace’…). Cancella tali messaggi e non cliccare sui link;
  • Se hai problemi, ti senti a disagio online o hai ricevuto qualche messaggio sgradevole, avvisa immediatamente i tuoi genitori e chiedi loro aiuto per risolvere la situazione.

Quelle che abbiamo appena elencato sono norme che andrebbero seguite da tutti, anche dagli stessi genitori – con l’unica eccezione dell’ultimo punto. Inoltre, possiamo raccomandare ai genitori di insegnare ai loro ragazzi di seguire le norme di sicurezza di internet, fare sempre molta attenzione alle attività online dei loro ragazzi e usare un programma di Controllo Genitori che li aiuti nella gestione e nel monitoraggio.