Autenticazione a due fattori: ancora più sicura in due semplici passi

12 Set 2018

Dopo aver letto un nostro recente post circa un iPhone rubato, in cui si evidenziava l’importanza dell’autenticazione a due fattori, mi sono resa conto di aver attivato l’autenticazione a due fattori praticamente su tutti gli account possibili (conto bancario, Google etc. dove c’era un’opzione di questo tipo, la richiedevo), perché non voglio farmi cogliere impreparata dai cybercriminali, mai.

Tuttavia, ogniqualvolta ho bisogno di collegarmi da un nuovo dispositivo o devo iniziare una nuova procedura di autenticazione a due fattori, prendo semplicemente lo smartphone e leggo il codice di autenticazione da una comoda notifica che appare magicamente sullo schermo anche quando il telefono è bloccato.

Purtroppo è così, sia su iPhone, sia su Android possono apparire messaggi di testo sul blocco schermo alla mercé di tutti. In altre parole, tutto ok finché non ci rubano il telefono. Che meraviglia! Che importa se gli smartphone sono il boccone preferito dei cybercriminali, che con un telefono si può fare praticamente di tutto, anche guadagnare soldi illegalmente.

Ebbene, accettate un consiglio sincero e spassionato: assicuratevi che le notifiche vostre e dei vostri cari non mostrino informazioni di valore e accessi agli account.

iPhone: come disattivare le notifiche su schermo

Gli utenti iPhone hanno maggiore flessibilità per quanto riguarda la gestione delle notifiche; innanzitutto potete impostare la visualizzazione delle notifiche in generale:

  1. Andate su Impostazioni;
  2. Poi su Notifiche;
  3. Entrate in Mostra anteprime (la prima opzione del menù) per disattivare tutte le notifiche su schermo;
  4. Potete scegliere tra le opzioni Quando bloccato o Mai.

Con iOS è comunque possibile trovare il giusto equilibro tra privacy e comodità. Se volete ricevere l’anteprima delle notifiche sullo schermo nascondendo le informazioni sensibili, potete optare per un altro approccio e configurare tale impostazione per ogni app:

  1. Anche in questo caso, andate su Impostazioni;
  2. Notifiche;
  3. Tap sull’applicazione di vostro interesse, ad esempio Messaggi;
  4. Selezionate l’opzione dedicata alla visualizzazione delle anteprime per poter scegliere tra Quando bloccato o Mai.

Android: come disattivare le notifiche su schermo

Le impostazioni di Android possono variare leggermente in base alla versione e al dispositivo (sappiamo che in entrambi in casi, ce ne sono di diversi). Non è quindi possibile fare una guida definitiva, per cui vi conviene navigare tra le impostazioni per farvi un’idea.

  1. Andate su Impostazioni;
  2. Entrate su App & Notifiche, e poi su Notifiche;
  3. Scegliete l’opzione Nella schermata di blocco;
  4. Selezionate l’opzione Non visualizzare del tutto le notifiche oppure Mostra notifiche ma senza i contenuti sensibili.

La maggior parte delle versioni Android non consentono di personalizzare la visualizzazione delle notifiche per ogni app; in ogni caso, si può fare con la versione Samsung del sistema operativo.

Non dimenticate di proteggere la vostra scheda SIM

Rimuovere le notifiche dal blocco schermo è un buon inizio, ma non è sufficiente. E stavolta non parliamo del telefono che riceve messaggi di testo, ma di un pezzetto di plastica a cui nessuno fa molto caso: la scheda SIM. Togliere la SIM da un telefono è estremamente facile, per poi usarla su un altro telefono e ricevere così chiamate o messaggi (codici per l’autenticazione a due fattori compresi).

Per proteggervi dal furto di certe informazioni basta aggiungere un codice PIN alla SIM. Ecco come fare su iPhone:

  1. Andate su Impostazioni;
  2. Scrollando un po’ arriverete a Telefono;
  3. Andate su PIN SIM;
  4. Attivate l’opzione;
  5. Digitate il codice PIN attuale; se non lo avete mai impostato, digitate il codice di default definito dall’operatore (lo troverete nella scatola che conteneva la scheda);
  6. Fate tap su Cambia PIN per definire un codice personalizzato al posto di quello di default;
  7. Digitate il PIN desiderato;
  8. Digitatelo una seconda volta per la conferma.

 

Per quanto riguarda Android, anche in questa occasione ci possono essere leggere differenze:

  1. Andate su Impostazioni e poi Sicurezza e posizione;
  2. Selezionate Configura Blocco SIM e poi Blocca scheda SIM.
  3. Quando richiesto, digitate il PIN della SIM e, se non lo avete impostato in precedenza, troverete il PIN nella documentazione di acquisto della vostra scheda SIM;
  4. Selezionate Cambia PIN della SIM;
  5. Digitate il vecchio PIN;
  6. Digitate il nuovo PIN (e un’altra volta per conferma).

In questo modo, ogni volta che riavviate il telefono o la scheda SIM viene inserita in un altro smartphone, dovrete necessariamente digitare il codice PIN, altrimenti la scheda non funziona. Ora siete pronti per utilizzare i vostri codici di autenticazione a due fattori senza preoccupazioni.