10 Ott 2017

Su cosa mentono gli utenti di siti di incontri online?

Privacy

Kaspersky Lab e B2B International hanno condotto una ricerca congiunta sui comportamenti degli utenti di siti di incontri online e le minacce che affrontano in rete. Nello specifico, lo studio evidenzia le informazioni condivise con altri utenti sconosciuti e perché in molti mentono (e riguardo a cosa).

Chi mente?

Per farla breve, la maggior parte della gente mente. Il 57% dei partecipanti al nostro studio ha ammesso di aver “abbellito” le informazioni che hanno condiviso sui siti di incontri online. Gli uomini sposati sono quelli che hanno una maggiore propensione a mentire: il 67% non ha detto proprio tutta la verità sul proprio profilo o durante le conversazioni in chat.

Gli uomini sposati mentono soprattutto circa la propria situazione sentimentale. Per quanto riguarda il resto degli utenti, sia uomini che donne, mentono soprattutto sul proprio aspetto fisico e su altri aspetti quali età, status sociale e dati di questo genere.

Tali risultati non dovrebbero sorprenderci. Un dato che sì ci appare curioso è il seguente: coloro che ha la tendenza a mentire su questi siti prende meno bene le bugie rispetto alle persone più “oneste”. In sostanza, gli utenti più bugiardi forse sono più coscienti degli altri di quanto ci si possa nascondere dietro il filtro di un profilo.

Perché mentono?

Risulta che molti utenti (il 16%) distorce la realtà nella speranza di causare una buona impressione sul potenziale partner. E ciò ha una sua logica. Secondo i dati forniti dal popolare siti d’incontri OKCupid, gli uomini che ricevono una migliore valutazione dalle visitatrici del sito (uomini alti, muscolosi e con un buon lavoro) ricevono un volume di messaggi 11 volte maggiore rispetto a uomini considerati meno attraenti. Lo stesso accade per l’altro sesso: le donne considerate convenzionalmente di bell’aspetto (giovani e magre) ricevono messaggi 5 volte in più rispetto a una donna di bellezza “media” e 28 volte in più rispetto alle donne considerate poco attraenti.

Se consideriamo che la probabilità di un incontro nella vita reale aumenta in base al numero di messaggi ricevuti, non c’è da meravigliarsi se sia uomini, sia donne cercano di rendere più appetibili il proprio profilo o le proprie foto.

Comunque la tendenza a mentire bugie su questi siti non dipende solo da tutto quanto detto finora. Il 36% circa degli intervistati ha affermato di aver mentito per “divertimento” (31% delle donne); tuttavia, per quanto riguarda le donne, la ragione principale è relazionata alla paura. Il 34% circa delle donne che utilizzano questi siti falsifica intenzionalmente certe informazioni per timore di estorsioni o di raggiri da parte degli uomini che le contattano online. Un timone niente affatto infondato: il 55% degli utenti dei siti di incontri ha sperimentato problemi di vario genere, da conversazioni sgradevoli e vere e proprie minacce informatiche.

Ma ci sono altre ragioni per mentire. Molti utenti di app e servizi di incontri online non pensano che tali siti abbiano una buona reputazione agli occhi della gente e non vogliono che amici o famigliari possano visitare i loro profili. Inoltre, secondo quanto emerge dallo studio, il 5% degli utenti nasconde al partner la propria presenza su questi siti e il 3% si registra per vedere se il partner utilizza tali servizi.

Cosa fare?

Non c’è una soluzione rapida a questa tendenza, purtroppo. Nonostante la preponderanza di false informazioni su questi profili, i siti di incontri continuano a essere molto popolari: il 32% di tutti gli utenti di Internet li frequenta e chi li visita è molto più a rischio di attacchi informatici rispetto al resto degli utenti (il 41% dei primi rispetto al 20% degli ultimi). Tale dato si spiega facilmente: tali utenti navigano di più su Internet e le opportunità di essere vittime dei cybercriminali è più alta. In ogni caso, il volume di false informazioni rappresenta di per sé un pericolo.

Potete ritenervi fortunati se le persone che vi hanno contattato hanno mentito solo sul proprio lavoro o sull’età. Potrebbero voler invece conquistare la vostra fiducia per estorcervi informazioni (mediante tecniche di ingegneria sociale) da utilizzare in attacchi di spear phishing. State sempre in guardia quando chattate con sconosciuti, i vostri “match” potrebbero non essere ciò che sembrano.